LA MOTOTERAPIA ESISTE DAL 2009. L’ATTIVITÀ INVENTATA DA VANNI ODDERA, E PORTATA AVANTI DA TUTTO IL TEAM DA BOOT, VIENE OFFERTA A TITOLO GRATUITO E CONSISTE NEL FAR SCOPRIRE IL MONDO DEL FREESTYLE MOTOCROSS A PERSONE DIVERSAMENTE ABILI, INVALIDE E CON PROBLEMI PSICOFISICI. 

Lo scopo della mototerapia è di regalare una giornata unica a queste persone e soprattutto di dargli la possibilità provare la moto. Perchè la moto è per tutti!

Vogliamo sensibilizzare la società a regalare emozioni a chi è meno fortunato di noi. Noi lo facciamo tramite le moto ed il freestyle motocross, ma tutti hanno qualcosa di speciale da offrire al prossimo.

COME SI SVOLGE

I ragazzi saranno i protagonisti della giornata e saranno seduti all’interno della nostra pista, che generalmente è interdetta al pubblico. Il team inizierà ad esibirsi: ogni salto sarà dedicato ai nostri ospiti, che godranno dei passaggi, dei sorrisi e delle strette di mano di ogni pilota tra un’evoluzione e l’altra.

Ma non finisce qui: al termine dell’esibizione i piloti si fermeranno vicino agli ospiti e li faranno salire uno alla volta sulle moto per fargli fare un giro di pista (ovviamente senza saltare) così da fargli vivere un’altra grandissima ed irripetible emozione.

Generalmente, finiti i giri in moto, prima di congedarsi il team passa ancora un po’ di tempo con i ragazzi, a volte per un pranzo tutti assieme.

FREESTYLE HOSPITAL

Il concetto è molto simile a quello della Mototerapia, solo che si svolge direttamente nei reparti pediatrici degli ospedali. Entriamo con moto (elettriche) e altri “giochi” e mezzi nei reparti, dove intratteniamo i bambini/ragazzi, ci giochiamo assieme e cerchiamo di rubare un po’ di tempo alle malattie che li imprigionano in questi luoghi asettici, distraendoli dalla realtà quotidiana.

FMX AT SCHOOL

Altra attività sociale dedicata ai ragazzi delle scuole, dalle primarie alle superiori. Alvaro Dal Farra racconta agli studenti, con parole e proiezione di video, le sue esperienze di campione sportivo trasmettendo messaggi emozionali, motivazionali ed educativi molto importanti, atti a suscitare stimolo per crescita e formazione, e a motivare nella ricerca di obiettivi, nel superamento degli ostacoli e nella vita in genere. Il progetto è stato recentemente approvato dal Provveditorato Agli Studi della provincia di Belluno, e dal prossimo anno scolastico sarà inserito come attività nelle scuole della provincia.